Il mio Comelico

Il mio Comelico

Cari amici di Algudnei, domani venerdì 28 luglio alle ore 20,45 il fotografo Paolo Croci ci presenterà, attraverso le sue immagini, la sua personale visione del Comelico.

A seguire le sue parole ed una breve biografia.

Vi aspettiamo numerosi per avere una visione dall’esterno della nostra valle e proprio in un momento di grandi scommesse sul futuro!

 

Le mie stagioni in Comelico

A livello fotografico, almeno per quanto riguarda la fotografia che io ho fatto da più di 45 anni, la foto di montagna non mi aveva mai interessato più di tanto, ma questo concetto è completamente cambiato da quando nel 2010 ho iniziato a frequentare con assiduità la montagna e precisamente il Comelico e San Pietro di Cadore, venendo a viverci sempre più spesso.

Le camminate nei boschi, le passeggiate per i paesi montani, i paesaggi, le sue luci e le sue ombre mi hanno rapito e affascinato e attraverso il mezzo fotografico cerco di rappresentare la mia visione del Comelico, una vallata che è rimasta abbastanza integra,  dove si può trovare uno stretto contatto con la natura e nella quale ci si immerge; proprio queste caratteristiche cerco di evidenziare  riprendendo il territorio in diverse stagioni, sempre preso dalla sua bellezza e non riuscendo più a lasciare che un tramonto, un’alba, una nevicata, un improvviso temporale, uno qualsiasi di questi elementi della natura,  non venga da me catturato fotograficamente trasmettendo così con l’immagine l’emozione che mi coinvolge.

 

Biografia

Paolo Croci è nato a Venezia Marghera nel 1951, dove attualmente risiede. Dalla fondazione del suo Fotoclub (L’Immagine – anno 1983 ed ora Marghera Fotografia – dal 1998) dà inizio ad una intensa attività culturale con al centro la fotografia; come autore opera prevalentemente in bianconero con stampa personale; nell’ambito dei generi fotografici, predilige il reportage, la street photography, foto di paesaggio,  il concettuale e il ritratto. Ha al suo attivo oltre cento esposizioni, da singolo ed in collettiva, in Italia ed all’estero (Arles, Graz, Rovigno, Aix en Provence), ottenendo apprezzamenti dal pubblico e dalla critica. Molte le riviste che hanno pubblicato sue immagini e non solo in quelle del settore. Nel 1987 ha esposto al Sicof di Milano una serie di foto su Ritratto di famiglia, premiate a vari concorsi nazionali. Queste immagini sono conservate presso la Fototeca  Nazionale FIAF di Torino. Il calendario Nikon del ‘92 comprende una sua foto scelta nell’ambito del concorso N.P.C. International ’91. E’ stato curatore di una trentina di Fotofestival e di oltre 300 mostre (collettive e personali fotografiche di vari autori) in diverse sedi del territorio Veneto ed all’estero.

Nessun commento

Scrivi un commento

Teniamoci in contatto!

Registrati nella mailing list per ricevere tutte le novità da Algudnei

Ce l'hai fatta! A presto.